NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
itarzh-CNenfrdejarues

6.500.000 euro per progetti di ricerca e di sviluppo.

Sardegna Ricerche ha pubblicato il bando "Aiuti per Progetti di Ricerca e Sviluppo" per favorire l’innovazione delle imprese regionali attraverso il sostegno di progetti di ricerca e sviluppo. La dotazione finanziaria complessiva è di 6.500.000 euro.

I soggetti beneficiari sono micro piccole e medie imprese (MPMI), la cui attività rientra nella classificazione delle attività economiche ISTAT ATECO 2007 elencate nel bando.

Le imprese possono presentare domanda singolarmente o in forma congiunta con un organismo di ricerca. Il valore del progetto presentato deve essere compreso tra 100.000 e 800.000 euro. Il bando prevede una procedura di tipo valutativa a sportello.

I progetti  di ricerca e di sviluppo devono introdurre innovazioni di prodotto e di processo e devono contribuire al rafforzamento competitivo, alla crescita e all’ occupazione.

Il cofinanziamento per ciascun beneficiario non supererà:
il 50 % dei costi ammissibili per la ricerca industriale. 
il 25 % dei costi ammissibili per lo sviluppo sperimentale. 

L'intensità di aiuto per la ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale potrà essere aumentata fino a un massimo dell'80% dei costi ammissibili
 come indicato di seguito:

Del 10 % per le medie imprese e del 20% per le piccole imprese.

Del 15%, se il progetto prevede la collaborazione con un organismo di ricerca nell'ambito della quale tali organismi sostengono almeno il 10 % dei costi ammissibili.

Nel caso di A.T.I., l’Organismo di Ricerca non può sostenere più del 30% dei costi ammissibili del progetto proposto.

Tra le spese ammissibili ci sono:

le spese per il personale, i costi relativi alla strumentazione e alle attrezzature, i costi relativi agli immobili e ai terreni, i costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisti, le spese generali supplementari e infine altri costi di esercizio direttamente imputabili al progetto.

La domanda potrà essere presentata esclusivamente on line a partire dal  27 marzo 2017 fino all'esaurimento delle risorse disponibili. 

Per maggiori informazioni contattateci.